OGGETTO: Richiesta di abilitazione all'uso delle procedure di aggiornamento dell'Archivio nazionale dei veicoli e delle carte di circolazione ai sensi degli artt. un. ContabilizzazioneLa presa in carico e l'utilizzo dei tagliandi devono essere annotati in appositi registri cartacei.I predetti registri debbono essere rilegati e recare pagine numerate; il numero complessivo delle pagine deve essere annotato a cura dell'UMC, apponendo sull'ultimo foglio la seguente dicitura: "Il presente registro dello Studio di consulenza .................... consta di numero .... pagine ed è riferito al periodo ...... ", seguita dalla data, dalla firma del funzionario responsabile e dal timbro dell'Ufficio.Nei medesimi registri devono essere riportati i seguenti dati:• la data di presa in consegna;• le quantità prese in carico;• la data e la quantità di tagliandi utilizzati ogni giorno;• l'indicazione della quantità di tagliandi correttamente utilizzati e di quelli scartati per errori di stampa o qualunque altra causa.La contabilizzazione progressiva dei tagliandi utilizzati e scartati deve essere impostata in senso decrescente, secondo le disposizioni già in uso.I tagliandi scartati sono distrutti a cura dello Studio di consulenza non prima di un anno dalla data di esaurimento del lotto cui fanno parte.Resta in ogni caso salva la facoltà, per gli Studi di consulenza che ne abbiano interesse, di procedere alla tenuta informatizzata dei registri di contabilizzazione delle carte di circolazione, secondo le disposizioni già impartite con circolare prot. "rent to buy" costituisce una prassi contrattuale, che si sta diffondendo non solo nel settore immobiliare ma anche in quello automobilistico, caratterizzata dalla possibilità, da parte del potenziale acquirente, di acquisire immediatamente la disponibilità del bene, dietro corrispettivo di un canone periodico, e dalla possibilità di acquistarne la proprietà, a scadenza del termine prefissato, pagando una somma a saldo del prezzo che, in tutto o in parte, tiene conto di quanto già anticipato mediante il versamento dei canoni.Il cd. I, 22 aprile 1999 n. 4006, Giust. I, 7 febbraio 2002 n. 1676, Resp. 2002, I, 2797; 27 settembre 2001, n. 12106, Giust. Data ....................... .Firma (8) ...................................................... . e 247-bis del d.P.R. civ. cost. 3, 4, 76 e 97 cost., per l’impossibilità di dare ingresso a questioni di costit, Copyright © 2015 ACI. "settlor") trasferisce ad un altro soggetto (cd. 1 dicembre 2006 n. 401, Giur cost., 2006. f. 6); - dell’art. 47, d.P.R. pen. 2000, 2749; Giust. merito 2005, 2491; Corriere del merito 2005, 1001). pen. ".In caso di trasferimento della proprietà di un veicolo in capo ad un minore o ad un interdetto, è rilasciato un tagliando di aggiornamento della carta di circolazione recante, oltre alle generalità del minore e della sua residenza, le annotazioni su elencate. 94, comma 4-bis, c.d.s. Sez. 2004, f. 24, 54; Carnabuci A., Sospensione della patente di guida da parte del prefetto per violazione delle norme del codice della strada, Riv. (Cass. Il giudice infatti, secondo tale sentenza, non è tenuto a considerare tale documentazione che è invece necessaria ai fini della cancellazione dell'annotazione sulla patente di guida. it. Si tratta di una sanzione accessoria, che molto spesso si aggiunge ad una sanzione pecuniaria. Servizio telematico sperimentale per la cancellazione e la sospensione del Fermo Amministrativo Vincoli Ultima modifica: 26 Marzo 2020 Ratings (3) Non sarà più necessario andare al PRA per togliere il fermo amministrativo auto. 247-bis in commento è quella di assicurare certezza nella individuazione dei responsabili della circolazione, è da ritenere che, nel caso di specie, l'obbligo di aggiornamento della carta di circolazione ricorra unicamente nei casi di custodia giudiziale con facoltà d'uso del veicolo.All'istanza l'avente titolo (persona fisica o ente affidatario) deve allegare:- una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà (art. 30 aprile 1992 n. 285, sollevata con riferimento agli art. Sez. 2 l. 27 dicembre 1956 n. 1423, in relazione all’art. 205 codice della strada spetta il ri­sarcimento del danno per il mancato godimento della patente di guida sospesa illegittimamente. 676, comma 1, c.p.p.. (Cass. In particolare, la guida di un autoveicolo da parte di sog­getto sottoposto a misura di prevenzione, al quale, per tale sua condizione, la patente sia stata revocata, co­stituisce tuttora reato punibile ai sensi dell’art. n. 445/2000) attestante la variazione del dato oggetto di aggiornamento; ovvero, a seconda dei casi, la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà (art. b), del d.P.R. 2006, f. 4). Mass. trasp. 2004, f. 24, 57 (nota Cafaro); 29 aprile 2003, n. 6636, Giust. 2 l. 7 agosto 1990 n. 241, in base al quale tutte le procedure amministrative devono compiersi nel termine di trenta giorni, nel conto dei quali vanno esclusi, nell’ipotesi in esame, i giorni trascorsi per l’invio della patente al prefetto, non computabili nella fase procedimentale di emissione del provvedimento di sospensione. Sez. 24 luglio 1998 n. 330, Foro it. 2004, 1350). 94 c.d.s., introdotto dall'art. Cancellazione dell'annotazione del comodato Quando il veicolo rientra nella piena disponibilità dell'intestatario, in conseguenza della scadenza del comodato, l'intestatario può ottenere la cancellazione dell'annotazione del comodato ed il pieno ripristino dello status quo ante mediante richiesta di duplicato della propria carta di circolazione. I, 3 giugno 2004 n. 10573, ivi, 2004, fasc. 30 aprile 1992 n. 285 (Nuovo codice della strada), nella parte in cui affida alla giurisdizione del giudice civile la tutela avverso il provvedimento del prefetto di sospensione in via provvisoria della pa­tente, attraverso il richiamo alla procedura di “op­posizione ai sensi dell’art. 223 comma 5, dello stesso decreto né motiva le ragioni del ritenuto contrasto delle norme denunciate con i parametri evo­cati, omettendo altresì di descrivere adeguatamente la fattispecie, rendendo in tal modo impossibile un’adeguata valutazione della rilevanza. , fasc. Allo stesso giudice penale compete in forza degli art. n. 427 del 2000. n. 4028 (imposta di bollo dovuta per l'istanza) e di € 9,00 sul c.c.p. 46, d.P.R. Polizia 2001, 451; Pisano M., Brevi note in tema di revoca della patente di guida emessa dal prefetto nei confronti di soggetti sottoposti a misura di sicurezza personale, Riv. n. 445/2000) attestante l'avvenuta variazione della denominazione o della ragione sociale della società iscritta nel registro delle imprese, specificando che la variazione stessa deriva da atti, anche di trasformazione o di fusione societaria, che non hanno dato luogo alla creazione di un nuovo soggetto giuridico distinto da quello originario e, pertanto, non è soggetta a trascrizione nel pubblico registro automobilistico;- la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà (art. DecorrenzaL'annotazione del comodato in Archivio, secondo le modalità descritte nel presente paragrafo, saranno concretamente operative dal 3 novembre 2014, termine a partire dal quale saranno annotati gli utilizzi di veicoli aziendali disposti a decorrere dalla medesima data. Sez. Civ. I, 5 maggio 2006, n. 10373, Giust. giur. civ. 3, 4, e 76 cost., nella parte in cui tali disposizioni - sul presupposto della loro persistente vigenza no­nostante la intervenuta “delegificazione” - preve­dono, rispettivamente, la preclusione al rilascio (art. 10 della legge 8 luglio 2003, n. 172), la disciplina dei mutamenti dell'intestazione degli stessi resta comunque radicata nell'art. d)In forza della vigente legislazione civilistica in materia, appare anzitutto opportuno rammentare, in via generale, che sono ritenuti incapaci di agire, in modo assoluto, i minori degli anni 18 e gli interdetti, giudiziali (qualora l'interdizione sia disposta con sentenza del giudice) e legali (quando ciò sia stabilito dal giudice penale quale pena accessoria a seguito della condanna per taluni reati).L'incapacità assoluta di agire determina la necessità che gli atti che incidono sulla sfera giuridica dell'incapace siano compiuti da un altro soggetto, munito di poteri di rappresentanza, che coincide, a seconda dei casi, con il genitore o con il tutore nominato dal giudice tutelare.Conseguentemente, l'art. Sez. pen. Nel caso di istanze cumulative (pluralità di operazioni omogenee riferite ad un medesimo soggetto per n veicoli) è sufficiente produrre, oltre all'elenco dei veicoli, un solo modello TI2120 al fine di comprovare l'affidamento ad uno Studio di consulenza automobilistica dell'incarico di espletare le operazioni di aggiornamento.Allo stesso modo, sempre in caso di istanze cumulative, le eventuali autocertificazioni richieste vanno presentate in un unico esemplare.3. 2 comma 1 lett. 2006, fasc. Aggiornamento dei dati tecnici del veicoloLaddove ricorra la necessità di un aggiornamento dei dati tecnici del veicolo, si dovrà procedere, come da disposizioni vigenti, al rilascio del duplicato della carta di circolazione, su istanza del locatore. E.6.2) Utilizzo di veicoli con contratto "Rent to buy''Il cd. E’, inoltre, legittimamente esclusa la necessità di dare ingresso (e risposta), nel procedimento, alle eventuali osservazioni degli interessati, altrimenti sussistente alla stregua delle regole generali dell’art. All'UMC di ............................................... OGGETTO: Comunicazione variazione/cessazione anticipata di locazione senza conducente (art. Mass. 3 cost. Sez. Mass. I, 17 luglio 2006 n. 16204, Giust. IL DIRETTORE GENERALEArch. PIGNORAMENTO ( trascrizione e cancellazione) La L.n.162/2014 ha introdotto l'art.521 bis del Codice di Procedura Civile che disciplina il pignoramento e la custodia di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi. civ. Proprio per la possibilità di annullamento da parte del giudice l’accertamento che il procedimento di applica­zione della sospensione della validità della patente si è svolto in modo illegittimo o quello che manca­vano i presupposti per disporla non può risultare impedito dal fatto che, prima ancora dell’opposi­zione o nel corso del processo, il provvedimento sia stato portato ad esecuzione e la sua efficacia si sia nel frattempo esaurita, permanendo comunque l’in­teresse ad agire dell’opponente, ancorché il suo di­ritto abbia subito una lesione non reversibile. Sez. civ. civ. 3, 279; 15 aprile 2005, n. 7813, Giust. Civ. degli art. Nel medesimo elenco sono specificati i numeri di targa dei predetti veicoli, i nominativi dei locatari e la relativa sede o residenza, il numero di patente degli eventuali locatari (persone fisiche) residenti all'estero e la scadenza dei contratti di locazione. DecorrenzaLe procedure descritte nel presente paragrafo saranno concretamente operative a decorrere dal 3 novembre 2014. n. 445/2000) attestante i dati oggetto di variazione ovvero, a seconda dei casi, la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà (art. n. 9001 (diritti di motorizzazione).Si fa presente, tuttavia, che laddove si tratti di variazioni della toponomastica, il tagliando di aggiornamento è rilasciato in esenzione sia di imposta di bollo sia dei diritti di motorizzazione; alla domanda, pertanto, andrà allegata esclusivamente la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà (art. Firma (14) ....................................................... ______________Note(1) Cognome e nome(2) Città, via/piazza, n. civico(3) Barrare la voce che ricorre(4) Nel caso di locazione senza conducente(5) Nel caso di sublocazione senza conducente(6) Nel caso di comodato(7) Nel caso di custodia giudiziale(8) Nel caso di utilizzo in base a qualunque altro titolo(9) Fabbrica e tipo(10) Nel caso di acquisto con patto di riservato dominio(11) Nel caso di leasing(12) Denominazione dell'impresa(13) Nel caso di locazione senza conducente o di leasing(14) Firma leggibile e per esteso. 75 e 76 del d.P.R. b), del d.P.R. A) Ambito oggettivo di applicazioneTenuto conto delle fattispecie individuate dall'art. 223, comma 2. 18 aprile 2000 ord. 247-bis del d.P.R. 3, 4, 35 e 76 cost. 2006), ed indipendentemente anche dal fatto che sia intervenuto su di essa l’accordo, ovviamente non vincolante per il giudice (Cass. e prev. 205”, anziché (come pre­vede l’art. (Trib. che Stato Sez. Mass. AvvertenzaSe l'ente interessato è intestatario di una pluralità di veicoli, l'aggiornamento della denominazione sulla carta di circolazione di un veicolo non produce automaticamente anche l'aggiornamento, nell'Archivio nazionale dei veicoli, della denominazione dello stesso intestatario relativamente ai restanti veicoli.Pertanto, nel caso in esame, l'interessato dovrà richiedere l'aggiornamento delle carte di circolazione di tutti i veicoli dei quali dispone.Trattandosi di una pluralità di operazioni omogenee da effettuare in capo ad un medesimo soggetto, sono ammesse istanze cumulative, secondo le disposizioni generali in materia, con conseguente esborso di un'unica imposta di bollo (per l'istanza) e di n diritti di motorizzazione quante sono le carte di circolazione da aggiornare. civ. 120, comma 1, e 130, comma 1, lett. IV, 2 luglio 2001, n. 3096, S., CED Cassazione 2001, Riv. (Cass. b), d.lg. Tar, 2005, f. 3, 844). Non necessita di autenticazione. cost. pen. 28 settembre 2012, n. 198 il quale ha introdotto l'art. 177 c.d.s", da apporre nelle righe descrittive.In entrambi i casi, inoltre, si può provvedere, indifferentemente, su l'istanza del locatore o del Corpo di Polizia Locale locatario alla quale deve essere allegata:- la prescritta documentazione tecnica del veicolo (in caso di prima immatricolazione);- l'originale della carta di circolazione e le relative targhe (in caso di reimmatricolazione);- la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà (art. Nulla osta, tuttavia, che anche in tal caso possa essere richiesto l'aggiornamento della carta di circolazione; in assenza di specifico divieto, infatti, è da ritenersi che il comodatario ne abbia facoltà, ferma restando, in caso contrario, l'inapplicabilità delle previste sanzioni.Ciò premesso, e considerato che l'istituto del comodato trova ora per la prima volta ingresso, nell'ambito della disciplina della circolazione stradale, nel novero degli atti in forza dei quali è legittimato l'utilizzo dei veicoli, appaiono opportune alcune precisazioni di carattere generale che attengono, da un lato, alla legittimazione dell'intestatario della carta di circolazione a concedere a terzi la disponibilità del veicolo e, dall'altro, all'uso che il comodatario è legittimato a fare del veicolo stesso.Intestatari legittimati a concedere a terzi veicoli in comodato Sotto il primo aspetto, va detto che i soggetti titolati, in qualità di intestatari della carta di circolazione (v. paragrafo B), a concedere a terzi l'utilizzo del veicolo a titolo di comodato possono essere esclusivamente:- il proprietario (od il "trustee" - v. paragrafo E.6.2);- il locatario, nell'ipotesi di leasing, previo assenso del locatore;- l'usufruttuario;- l'acquirente, nell'ipotesi di acquisto con patto di riservato dominio, previo assenso del venditore.Tale precisazione vale anche ad escludere la possibilità che il comodatario possa a sua volta concedere ad altro soggetto l'uso del veicolo (subcomodato).In ogni caso, va evidenziato che, in sede di rilascio del tagliando di aggiornamento, l'UMC non procederà a verifiche in merito ai rapporti privatistici intercorrenti tra l'intestatario della carta di circolazione ed il comodatario, né in merito alla concreta possibilità per l'intestatario stesso di concedere il veicolo in comodato a terzi, limitandosi a verificare la regolarità formale delle documentazioni di cui si dirà in seguito.Soggetti legittimati all'utilizzo di veicoli in comodato In assenza di prescrizioni al riguardo, i veicoli possono essere concessi in comodato sia a persone fisiche sia a persone giuridiche. n. 445/2000) o copia dell'eventuale attestazione rilasciata dal Comune, comprovante la variazione del toponimo. 218 comma 6 codice della strada, la notificazione del provvedimento di sospensione deve precedere l’accertata circolazione; pertanto è illegittimo il provvedimento di revoca della patente emanato sul presupposto della guida nel periodo di sospensione, ove la circolazione sia avvenuta prima della notifica del provvedimento di sospensione. 247-bis del d.P.R. Sempre in tema di sospensione provvisoria vengono all’attenzione le pronunce relative agli elementi necessari a giustificare il provvedimento. Model-Based Definition > Model-Based Definition > Annotazione (Annotation) > Utilizzo delle viste combinate > Conversione, assegnazione e annullamento della cancellazione delle annotazioni in combinazione di stati attivi Trasferimento della proprietà del veicoloNell'ipotesi trasferimento della proprietà di un veicolo intestato ad soggetto incapace di agire, l'operazione deve essere gestita mediante emissione del duplicato della carta di circolazione, al fine della cancellazione delle annotazioni relative alla tutela. 9001, comprensivo dei diritti di motorizzazione dovuti sia per l'annotazione della variazione della sede sia per l'eventuale e contestuale annotazione della variazione della denominazione o della ragione sociale.Le relative procedura saranno applicabili a decorrere dal 3 novembre 2014. 30 aprile 1992 n. 285, nel testo sostituito dal d.P.R. (Cass. 218 comma 5 d.lg. Analoga annotazione è fatta nei casi di revoca della patente. Milano, Arch. civ. civ. Allegato 1/B alla circolare del 10/07/2014 prot. pen. 2000, 974; Cass. 116 nuovo codice della strada, approvato con d.lg. E’, invece, del tutto privo di autonoma rilevanza il termine di cinque giorni entro il quale l’organo che abbia provveduto all’accertamento della violazione deve trasmettere al prefetto la patente di guida unitamente al verbale. 91 e 93, comma 2, c.d.s., tenuto anche conto del regime della responsabilità solidale sancito dall'art. Cost. 218 codice della strada e, comunque, ove questo sia già decorso, “immedia­tamente” dopo l’adozione del provvedimento pre­fettizio, ossia, in tal caso, al massimo, il giorno dopo. Versione stampabile Nell’ottica del coordinamento delle Forze di Polizia, si colloca il potenziamento delle funzioni del "Sistema informatico interforze".L’ art. giur. n. 15513, Comunicazione variazione/cessazione anticipata locazione senza conducente. 94, comma 4-bis, c.d.s.". 3, 25 e 111 cost., nella parte in cui, rispettivamente, non prevedono che l’opposizione avverso il provvedimento di so­spensione della patente di guida non può essere pro­posta nei casi in cui la predetta sanzione sia prevista come accessoria ad un illecito sanzionato penalmente, e che, nel caso di rifiuto dell’interessato di sottoporsi all’accertamento alcoolimetrico, siano sufficienti i dati sintomatici riguardanti il comporta­mento del soggetto stesso, in quanto trattasi di que­stioni sollevate con ordinanze gravemente carenti sia per la scarsa chiarezza dell’esposizione e per la faticosa enucleazione delle questioni proposte, sia per l’assenza di motivazione sul contrasto con gli art. circol. [1]Pure la Corte Costituzionale è intervenuta con un numero consistente di pronunce. (T.A.R. (Cass. 2002, 1044; Simonelli G., I tipi di sospensione della pa­tente di guida nel codice della strada, Riv. All'UMC di .............................. OGGETTO: Comunicazione ai sensi dell'art. n. 15513, Delega dell'avente causa PF al dante causa. n. 4028 (imposta di bollo dovuta per l'istanza) e di € 9,00 sul c.c.p. Mass. (Corte Cost. 120 del codice della strada, ivi, 204; Gennaro M., Guarnaccia E., Gli ex terroristi non possono guidare. e sinistri 2005, 397; Cass. 18 l. 24 novembre 1981 n. 689, dell’art. civ. DecorrenzaLe descritte procedure saranno concretamente operative dal 3 novembre 2014. III, 19 aprile 2000 n. 5072, Giust. e 247-bis, comma 2, let. n. 9001 (diritti di motorizzazione). IV, 1 ottobre 2003 n. 45417, Americo, Cass. n. 27520 dell'11 ottobre 2012 - casi particolari: punto 2). pen. e prev. 2003, f. 3); - dell’art. Mass., 2006, f. 5). 247-bis, comma 2, let. La Cassazione civile, dal suo conto, ha affermato, in tema di applicazione della sanzione ac­cessoria della sospensione della patente di guida ai sensi dell’art. Anche in tal caso, si procede al rilascio di un tagliando di aggiornamento nel quale è annotato il nome, il cognome, il luogo e la data di nascita e la residenza dell'erede che utilizza il veicolo ed è apposta la dicitura: "Intestazione temporanea a nome dell'erede effettuata ai sensi dell'art. (Cass. 75 e 76 del d.P.R. pen. 120 del codice della strada nei confronti della persona condannata a pena detentiva non in­feriore a tre anni allorché l’utilizzazione del docu­mento di guida possa agevolare la commissione di reati della stessa natura, la competenza giurisdizionale spetta al giudice amministrativo, atteso che detto provvedimento, caducando, con effetto “ex nunc”, la precedente autorizzazione a condurre vei­coli in considerazione dell’accertato venir meno dei relativi requisiti, è idoneo a degradare ad interesse legittimo la posizione soggettiva dell’interessato, e la relativa tutela è diretta all’annullamento dell’atto amministrativo, preclusa al giudice ordinario ai di fuori dei casi in cui la legge considera la revoca della patente come sanzione accessoria di illeciti ammi­nistrativi o penali connessi a violazioni del codice della strada. F) Furto, smarrimento, distruzione o deterioramento della carta di circolazioneIn tutti i casi descritti nella presente circolare, se interviene il furto, lo smarrimento, la distruzione o il deterioramento della carta di circolazione si procede, come di regola, alla emissione del duplicato della carta di circolazione, con l'avvertenza che tutte le annotazioni contenute nei tagliandi di aggiornamento vanno trasfuse nelle righe descrittive del nuovo documento.In tal caso, il duplicato può essere richiesto esclusivamente dall'intestatario, salvo delega ad altro soggetto (compreso l'utilizzatore temporaneo) secondo le regole generali di accesso agli sportelli degli UMC. pen. Proroga del periodo di locazioneNel caso in cui, a scadenza del contratto, le parti pattuiscano un nuovo periodo di locazione, il Corpo di Polizia Locale locatario è tenuto a richiedere il rilascio di un tagliando di aggiornamento della carta di circolazione, recante la nuova scadenza.All'istanza è allegata:- una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà (art. La sospensione provvisoria della patente di guida quale sanzione accessoria della violazione della normativa sulla circolazione, può essere disposta sia contestual­mente alla redazione del verbale di accertamento del­la infrazione da parte degli agenti accertatori, che provvedono al ritiro, sia, se risulti che alla guida del veicolo vi fosse il proprietario al quale la infrazione e stata contestata, successivamente ad opera del prefet­to cui gli stessi abbiano trasmesso la patente medesi­ma per la emissione del relativo provvedimento. 94, comma 4-bis, c.d.s. 196, comma 1 c.d.s.Pertanto, alla luce delle citate norme, e salve le precisazioni illustrate nei paragrafi seguenti, per "intestatario della carta di circolazione" deve intendersi:- il proprietario del veicolo, ivi compreso il "trustee" (v. paragrafo G), il locatore (nel caso di locazione senza conducente), il nudo proprietario (in caso di usufrutto) e l'acquirente (in caso di acquisto con patto di riservato dominio);- il locatario (nel caso di leasing);- l'usufruttuario. es.In tal caso, sul mod. Veicoli intestati a nome di minori o di interdettiIn caso di immatricolazione di un veicolo in uso proprio a nome di un minore o di un interdetto, la carta di circolazione è rilasciata su istanza del genitore ovvero del tutore, a nome del minore e con annotazione, nelle righe descrittive, della dicitura: "Veicolo intestato a nome di soggetto sottoposto a tutela, in disponibilità di ...... " seguita dall'indicazione del nome, del cognome, del luogo e della data di nascita e della residenza del genitore o del tutore, in quanto soggetto responsabile della circolazione del veicolo stesso, nonché dagli estremi del provvedimento adottato dal giudice tutelare e dalla dicitura "Annotazione effettuata ai sensi dell'art. e dall'art. 247-bis, comma 2, let. (Cass. b), del d.P.R. 94, comma 4-bis, c.d.s".Se interviene la necessità di un aggiornamento dei dati tecnici del veicolo, si dovrà provvedere al rilascio del duplicato della carta di circolazione, alla quale deve essere allegata anche fotocopia del provvedimento di autorizzazione, emesso dalla competente autorità giudiziaria, ad effettuare le modifiche tecniche per le quali viene chiesto l'aggiornamento.Nelle righe descrittive del duplicato saranno trascritte le annotazioni già effettuate sul tagliando di aggiornamento.