This name comes from the fact that it contained seven states: the United States, the Netherlands, Greece, Finland, Japan, Italy and the… | ILLUSTRATION:POUCE-PIED, Il raggiungimento di un sistema di produzione alimentare sostenibile. La diversificazione alimentare è importante perché alcuni nutrienti, fra cui le proteine e gli amminoacidi essenziali, si trovano in quantità minori in prodotti di origine vegetale rispetto a carne o pesce. Sustainable diets and biodiversity. *FREE* shipping on eligible orders. J. i principi nutritivi alimentazione sostenibile alimentazione km 0 che cosa ci offre il nostro territorio. Secondo la definizione della FAO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura, l’alimentazione sostenibile è quella che ha un ridotto impatto ambientale e al tempo stesso soddisfa le linee guida nutrizionali, è economica, accessibile e culturalmente accettabile.4 Ma quali cambiamenti bisogna apportare per raggiungere questo obiettivo? Alimentazione sostenibile e agricoltura biologica; Conservazione e tutela del territorio; Decrescita felice; Mobilità sostenibile; Rifiuti: ridurre, riutilizzare, riciclare; Uncategorized; Ricerca nel Blog Segui blog via email. Food and Agriculture Organization. Lo spreco alimentare avviene lungo tutta la catena agroalimentare, dalla produzione e lavorazione alla distribuzione, vendita al dettaglio e ristorazione. Il raggiungimento di un sistema di produzione alimentare sostenibile e la riduzione dello spreco alimentare sono sfide globali importanti che possono aiutare ad affrontare la crescente domanda alimentare e a produrre alimenti sostenibili e al tempo stesso nutrienti a sufficienza per tutti. Ricerca per: Inglese 10 Tips For Eating More Sustainable. Dal produttore al consumatore, passando per il distributore: la strada che gli alimenti percorrono prima di arrivare sulla nostra tavola si sta pian piano riducendo. Molte donne delle zone rurali non sono più in grado di sostenersi con i proventi ricavati dalle loro terre, e sono quindi obbligate a trasferirsi in città alla ricerca di opportunità. Consumo critico, alimentazione e comunicazione. Il carico e lo scarico del bestiame deve essere attuato in modo dolce e l’abbattimento deve essere effettuato limitando la tensione degli animali; La macellazione deve essere effettuata rispettando l’identificazione e assicurando la separazione degli animali biologici da quelli convenzionali; Grazie all’allevamento biologico si possono produrre alimenti più sani e naturali che non contengono residui tossici. Risulta imprescindibile, quindi, ripensare da una parte ai sistemi di produzione, e dall’altra a un’alimentazione più sostenibile possibile. Il quadro europeo di valutazione dell’innovazione 2016 continua a indicare il primato dell’UE rispetto a molti altri e la sfida consiste nel mantenere questa posizione. Questi prodotti alimentari innovativi possono aiutarci a soddisfare i nostri bisogni nutrizionali senza incidere sulla vita marina. Ogni anno monitoriamo e misuriamo il tasso di recupero e di riciclaggio dei nostri rifiuti. Safeguarding human health in the Anthropocene epoch: report of The Rockefeller Foundation–Lancet Commission on planetary health. European Environment Agency. alle coltivazioni vegetali, alle distese di cereali e alle piante da frutta, anche, © 2021 ALDI S.R.L. Non dobbiamo dimenticare mai che siamo chiamati in prima persona nella salvaguardia nel Pianeta. . Pract. Environ. La ricerca sta sviluppando la produzione di semi oleosi a maggiore contenuto di omega-3 e il pollo arricchito con omega-3 è già disponibile nei supermercati. Incentivare la produzione di materiali sostenibili. Francesca Lotta esperta del Centro per lo Sviluppo Sostenibile smonta le fake news sugli insetti commestibili Novel Food: le novità del nuovo regolamento Il primo gennaio rappresenta una data importante per chi si occupa di innovazione nel settore alimentare: con il nuovo anno, infatti, è diventato applicabile il nuovo regolamento sui novel food (Reg. (2012). Ad esempio, optare per alimenti prodotti localmente può sembrare una scelta sostenibile, ma è così solo se sono di stagione, in quanto l’energia necessaria a coltivare frutta e verdura nelle serre durante l’inverno è molto più ingente rispetto a quella impiegata nel loro trasporto dai Paesi caldi.13, Similmente, i benefici ambientali e quelli per la nostra salute non vanno necessariamente di pari passo. Aleksandrowicz, L., Green, R., Joy, E. J. M., Smith, P. & Haines, A. Latest EEA study finds multiple benefits of switch to renewable electricity Gennaio 14, 2021. Consumo critico, alimentazione e comunicazione. Pertanto, laddove un alimento non fornisca un determinato nutriente, esso va bilanciato con un altro.12 Il progetto Protein2Food finanziato dall’UE ha lo scopo di creare e promuovere prodotti alimentari innovativi di origine vegetale arricchiti con proteine e di qualità. Crediamo in un mondo in cui le persone vivono una vita più sana perché sanno come farlo. L’etichetta bio rappresenta una certezza per il consumatore più attento, che preferisce valutare e scegliere i produttori che danno valore alla tutela dell’ecosistema, alla qualità della vita dei loro animali, alla scelta di tecniche di agricoltura biologica. Research activity: Spatial analysis to quantify and localise innovative biomasses suitable for enhancing biogas production. Food security: the challenge of feeding 9 billion people. Verso un’alimentazione più sostenibile Ultima modifica : 19 April 2018. Comincia oggi una nuova rubrica dedicata alle ricette che fanno bene: buone e sane per le persone e per l’ambiente, che rispettano la stagionalità degli . Nutr. Am. Cerca: Cerca. Saranno anche sviluppati dei marchi per produrre plastiche biodegradabili e compostabili. Burlingame, B. Godfray, H. C. J. et al. Il nostro Paese, per quanto riguarda questa tipologia di agricoltura, è indubbiamente all’avanguardia: l’Italia è infatti collocata tra i primi posti in Europa per l’export di prodotti di origine biologica. Clean. Il bestiame deve essere allevato all’aria aperta e nutrito con foraggio biologico; È vietato l’impiego di razze ottenute mediante manipolazione genetica; Il numero dei capi allevati, sulla superficie dell’allevamento, deve assicurare comunque che ciascun animale abbia uno spazio idoneo; Le razze allevate devono essere preferibilmente locali, affinché possano integrarsi al meglio con l’ambiente e il contesto circostante; Il trasporto degli animali per l’abbattimento deve essere il più breve possibile e non deve affaticare eccessivamente gli animali, non si possono utilizzare calmanti. Search across a wide variety of disciplines and sources: articles, theses, books, abstracts and court opinions. Smetana, S., Palanisamy, M., Mathys, A. Anche i piccoli passi, se considerati su scala globale, possono avere un enorme effetto sulla riduzione dell’impatto ambientale causato dal consumo alimentare. Oggi, con l’aumento della popolazione e la continua richiesta in grande quantità di alimenti anche al di fuori della loro stagionalità, si sono creati modelli che non sposano la causa del Pianeta. de Bakker, E. & Dagevos, H. Reducing Meat Consumption in Today’s Consumer Society: Questioning the Citizen-Consumer Gap. V. Russo (Eds.). All’epoca, infatti, i cibi venivano prodotti seguendo la natura e i sistemi agricoli rispettavano in tutto e per tutto l’ecosistema. Ad esempio, il fatto che il consumo di pesce, soprattutto grazie al suo contenuto di omega-3, fa bene alla salute è ben accertato, ma l’eccessiva attività di pesca e il conseguente impoverimento delle risorse ittiche è un problema ormai assodato e se tutti aumentiamo il consumo di pesce secondo quanto consigliato dalle linee guida nutrizionali, la situazione potrebbe addirittura peggiorare. Indirizzo email: ISCRIVITI ! Siamo i protagonisti del cambiamento, e lo siamo adesso. Prod. Se storicamente il sovraconsumo alimentare è un problema dei Paesi sviluppati, esso si è ora esteso ai Paesi in via di sviluppo, soprattutto in economie emergenti come la Cina e il Brasile. La sostenibilità alimentare è fondamentale, inoltre, anche per la nostra salute: siamo quello che mangiamo, e non lo dobbiamo dimenticare mai. La quantità maggiore di spreco alimentare, circa il 53% in Europa, è però quello domestico.8 La produzione alimentare che deve supplire allo spreco rappresenta un inutile impiego delle risorse agrarie e idriche, di manodopera e di energia e contribuisce all’emissione di GHG. Presenta un profilo nutrizionale come la pasta e il riso. Il mercato sta vertendo sempre di più verso soluzioni a km 0, in grado di valorizzare il lavoro dell’agricoltore e le produzioni locali, riducendo i costi logistici, di stoccaggio, trasporto e conservazione degli alimenti. L’alimentazione eccessiva contribuisce all’aumento del sovrappeso e dell’obesità, pilotando al tempo stesso una superflua domanda alimentare che fa aumentare coltivazioni e allevamenti e il loro conseguente impatto ambientale.7 Un minor apporto energetico, soprattutto in Paesi ad alto consumo alimentare, può salvaguardare sia la nostra salute che quella dell’ambiente. Le nostre scelte sono importanti, a partire dai prodotti che portiamo sulla nostra tavola. Clin. 3,14. Ricerca per: Articoli recenti. Sviluppo sostenibile e alimentazione sono strettamente correlati. Scegliere un’alimentazione sostenibile, infatti, non vuol dire solo nutrirsi con cibi biologici, nutrizionalmente sani. Valori e comportamenti per un consumo sostenibile. & González, A. D. Potential contributions of food consumption patterns to climate change. Se n’è parlato in occasione di Milano Food City 2019. Valori e comportamenti per un consumo sostenibile. Nel futuro, questi prodotti potrebbero rappresentare un’attraente alternativa di apporto proteico per coloro che desiderano inserire in un’alimentazione equilibrata prodotti di origine vegetale sostenibili e al tempo stesso nutrienti. I legumi ci salveranno! Valori e comportamenti per un consumo sostenibile Valori e comportamenti per un consumo sostenibile V. Russo (Eds.). Ad esempio, un’alimentazione vegetariana o flessibile (che preveda la riduzione di prodotti di origine animale sostituiti con alternative di origine vegetale), optare per la carne di maiale, pollame o insetti anziché la carne rossa per ottenere un minore impatto ambientale e scegliere pesce e frutti di mare pescati in modo sostenibile significa adottare semplici misure nelle nostre abitudini alimentari che fanno però la differenza sull’impatto ambientale di tutto il pianeta. Ranganathan, J. 25, 613–620 (2010). Working Papers (2016). J. Agric. 19 maggio 2017 / raffaellapulente. Ma non ci limitiamo solo a questo: amiamo, infatti, la tradizione del bel Paese ed è per questo che, tra i nostri scaffali, potrete trovare sempre le eccellenze regionali del tutto BIO. . 26 maggio 2017 25 maggio 2017 / Gabriele Castaldo / Lascia un commento. Se lo spreco alimentare fosse un Paese, esso sarebbe il terzo più grande produttore di CO2, dopo USA e Cina!9, In generale, la produzione di alimenti di origine animale richiede un maggior dispendio di risorse rispetto a quelle necessarie per i prodotti di origine vegetale e ha un maggiore impatto ambientale (sfruttamento delle risorse agricole e idriche e emissioni di CO2 per tonnellata di proteine consumate).7 I prodotti alimentari di origine animale incidono in maniera diversa sull’ambiente, ad esempio la produzione di 1 Kg di carne rossa causa un’emissione di  CO2 7 volte maggiore rispetto alla stessa quantità di carne di pollo.10Gli insetti, che rappresentano una risorsa alimentare molto diffusa fuori Europa, stanno emergendo come fonte di proteine e la loro produzione potrebbe causare meno emissioni di GHG e utilizzare minori risorse rispetto alle produzioni tradizionali di origine animale per un simile apporto proteico.11 Scegliere prodotti alimentari di origine animale più sostenibili come il pollame, il pesce pescato con metodi sostenibili o gli insetti e ridurre il consumo di carne rossa, latticini e uova in generale, inserendo nell’alimentazione un maggior apporto di prodotti di origine vegetale come frutta, verdura, cereali e legumi, rappresenta un passo significativo verso un’alimentazione più sostenibile.7 Il consumo di alimenti di origine vegetale è inoltre associato ad un minor rischio di ipertensione, ictus, diabete di tipo 2 e certe forme di cancro.12. Resour. Le colture sono ruotate in modo che le risorse vengano utilizzate nel modo più efficiente; Pesticidi chimici, fertilizzanti sintetici, antibiotici e altre sostanze vengono drasticamente limitate; Gli organismi geneticamente modificati (OGM) sono vietati; Vengono sfruttate risorse in loco anche per fertilizzare il terreno. UN MONDO PIU' SOSTENIBILEALIMENTAZIONE SOSTENIBILEUn’alimentazione sostenibile implica un basso impatto ambientale: nel produrre un determinato alimento non devono esserci state emissioni inquinanti né dispendio energetico né tantomeno sofferenza animale o sfruttamento lavorativo.COSA SI INTENDE PER ALIMENTAZIONE SOSTENIBILE?E’ purtroppo risaputo che l’agricoltura convenzionale … Al tempo stesso, si opta per soluzioni che: - proteggano il suolo e le risorse idriche impiegate, evitando sistemi invasivi e distruttivi dell’ambiente; - producano basse emissioni di carbonio e azoto; - siano attente alla conservazione della biodiversità. La tendenza al sovraconsumo alimentare è molto diffusa nel mondo, sebbene molte regioni del pianeta siano ancora soggette alla denutrizione. 137, 741–751 (2016). Lancet 386, 1973–2028 (2015). Il consumo di plastica monouso nel frattempo verrà ridotto e l'uso intenzionale delle microplastiche verrà limitato.